Lingua parassita

CSC_8944

La cymothoa exigua è un crostaceo parassita del tutto particolare.

Entra nel corpo dell’ospite, solitamente pesci perciformi, attraverso le branchie. Si aggrappa con le zampe alla base della lingua del pesce. Mentre il parassita cresce, sempre meno sangue arriva alla lingua del pesce: l’organo lentamente si atrofizza e muore. È a quel punto che succede qualcosa di straordinario.

cymothoa

Cymothoa_exigua4_elegans.uky.edu

Il parassita si sostituisce alla lingua, attaccandosi fermamente ai muscoli del moncherino: da quel momento in poi, il pesce può utilizzare la cymothoa exigua come una vera, normale lingua. Il parassita non reca altri danni all’ospite, se non che da quel momento il pesce dovrà condividere il cibo con lui, oppure “regalargli” un po’ di sangue. Alcuni di questi parassiti preferiscono nutrirsi semplicemente del muco in eccesso del pesce.

La cymothoa exigua è l’unico caso noto di un parassita che sostituisce funzionalmente l’organo di cui ha causato la distruzione.

mt33891,1253641767,bd_185

5 commenti a Lingua parassita

  1. lasalamandrina ha detto:

    Davvero impressionante 🙂

  2. almacattleya ha detto:

    Non lo sapevo.E’ davvero straordinario e progidioso nel senso letterario dei termini.

  3. Rayma ha detto:

    é incredibile e spaventoso! Il mondo animale nasconde ogni giorno delle stranezze a dir poco surreali…

  4. CM ha detto:

    Affascinante !

  5. Pots ha detto:

    Splendido! Un parassita che invece di arrecare danno entra in una vera e propria simbiosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *