Mike, il pollo senza testa

Il 10 Settembre 1945  il contadino Lloyd Olsen, padrone di una fattoria a Fruita, Colorado, decise che era ora che sua moglie Clara gli cucinasse un bel bollito di pollo.

Scese nell’aia, prese un’accetta affilata e con un colpo deciso staccò la testa ad uno dei suoi galli. Ma il pennuto non aveva voglia di morire: dopo aver corso un po’ in giro, il gallo si tranquillizzò, e ricominciò a raspare il terreno alla ricerca di cibo, e ad aggiustarsi le piume proprio come tutti gli altri polli.

Quando, la mattina seguente, Olsen lo trovò ancora vivo, pacificamente addormentato con il collo riparato sotto l’ala, decise che – visto che l’animale aveva tanta determinazione nel restare vivo – avrebbe tentato di trovare un modo per nutrirlo. Lo battezzò Mike, e cominciò a somministrargli acqua e sementi attraverso un contagocce.

“Mike, il meraviglioso pollo senza testa”, divenuto in fretta una celebrità, visse tranquillo e pasciuto per ben 18 mesi. Gli scienziati scoprirono che la decapitazione gli aveva lasciato intatta la base del cervello, che è sede di gran parte dei riflessi motori di polli e galline. Un grosso grumo di sangue aveva inoltre bloccato l’arteria, impedendogli di morire dissanguato.

In quei 18 mesi Mike passò dal peso di due libbre e mezzo alla bella stazza di otto libbre: “era un bel pollo grasso, che non aveva idea di essere senza testa”, raccontano i testimoni. “Miracle Mike” partì in tour per tutti gli Stati Uniti, fu assicurato per 10,000$, la sua foto venne pubblicata su Life e Time, e ovviamente vinse un Guinness World Record. Morì soffocato proprio durante questa “tournée”, in un motel dell’Arizona, una sera che gli Olsen non riuscirono a trovare in tempo il contagocce che usavano per sbloccargli la trachea.

Ancora oggi, però, la storia di Mike ispira ottimismo: a maggio, nella cittadina di Fruita, si tiene annualmente il Mike’s Festival – con danze, musica, esposizione di automobili, costumi, e gare folli come la “corsa senza testa”. Il favoloso Mike ha un suo sito internet, un negozio di gadget, degli sponsor e addirittura un fan club.

E ci insegna che perdere la testa non è poi tutta questa tragedia.

18 commenti a Mike, il pollo senza testa

  1. selene ha detto:

    è vergognoso che 1 cosa del genere venisse esibita, senza che nessuno si chiedesse se la povera bestia soffrisse, senza nessun rispetto x quest’animale
    la gente soddisfa la sua voglia di macabro, le sue basse curiosità, la sua sete di guadagno e di stupire sulla pelle anzi sulle piume dei poveri animali, io a olsen gli segherei la testa x ottenere lo stesso risultato…

    • bizzarrobazar ha detto:

      Credo che tu sia un po’ troppo dura a giudicare questo episodio. Si tratta degli anni ’40, e di una famiglia contadina povera. Quello che era un normale excursus quotidiano (uccidere un pollo per motivi alimentari) per caso si è tramutato in qualcosa di speciale. Hanno cercato di ricavarci qualche dollaro, com’è naturale che sia, curando la salute del pollo più di quanto avessero mai fatto in vita loro perché significava sostentamento e benessere. Sinceramente, non vedo né scandalo né crudeltà. Hanno solo mantenuto il pennuto vivo.

  2. nereus90 ha detto:

    ma a nessuno è venuto in mete che è tutta una montatura? e che alla fine il pollo sia “morto” per evitare di essere linciati? Ma figuriamoci se un pollo senza testa non dico che sopravviva ma che si metta a razzolare o lisciarsi le piume. Queste sono azioni volontarie!! e poi senza testa non si sarebbe nemmento potuto mantenere in piedi dal momento che è situato nella testa l’organo dell’qeuilibrio!!! CErchiamo di non credere proprio a tutte le boiate!

  3. Manno ha detto:

    Invece di non credere a tutte le boiate come dici te,studia l’anatomia e vedrai che a causa della conformazione vascolare diversa di mike nell’arteria cerebrale non è morto dissanguato,punto primo;secondo si poteva tranquillamente muovere a causa dei sistemi motori e della sua memoria funzionale..questa storia è verissima

  4. alfatau47 ha detto:

    27 agosto 2012 a Selene : Tu la testa non devi averla mai avuta, come pensi che si possa percepire dolore senza il cervello? E poi è ora di finirla con questo falso pietismo verso i poveri animali , oppure dovrei mettermi a piangere se ogni tanto mangio una bistecca !!!???

    • selene ha detto:

      a te la testa non serve, tagliatela cosi raggrumi un pò di soldi come questo povero animale. dalla ferita il dolore si perpetra attraverso neuroni ascendenti di collegamento, giungono alla corteccia somatosensitiva che, se il pollo poteva muoversi e percepire stimoli primari, è possibile che questa area fosse ancora parzialmente presente e attiva.
      la bistecca è un pezzo di animale morto che è stato macellato per mangiare e quindi sopravvivere e non esibire.
      se vi piacciono gli spettacoli horror fateli su di voi, sul vostro corpo, non ho proprio nulla in contrario, e non mi farebbe impressione

      • alfatau47Alberto ha detto:

        Cara Selene, una volta che mi ….avessero tagliata la testa cosa mi importerebbe di …raggrumare ( è italiano questo ! ) un po’ di soldi. In secundis , i neuroni sono collocati nel cervello, ammesso che galline e polli ne siano dotati, credo poi che la ” corteccia somatosensitiva attraverso la quale i polli possano percepire dolore attraverso neuroni ascendenti , non sapevo ci fossero anche quelli discendenti, beh questa è proprio una bella bufala da animalisti ” . Certo che la bistecca apparteneva ad un animale, prima vivo e poi morto macellato per mangiare, il pollo arrosto, lesso o come vuoi tu, invece dovremmo mangiarlo crudo ? Dato che tu sei così colta dovresti ben sapere che le aragoste vengono buttate nell’acqua bollente da vive, soffriranno, non soffriranno, non lo so. Penso che tu sia una radical chic che sproloquia perchè oggi fa figo farlo. Prova ad usare i tuoi neuroni e non mettere il tuo cervellino all’ammasso.
        Con sincero affetto,

        Alberto Tarussio.

  5. selene ha detto:

    rispondo ad alberto tarussio.
    ciccino, se non capisci quanto segue, fatti spigare da mammina. nel pollo in questione, le funzioni motorie e vegetative sono rimaste, per un errore di macellazione la parte basale dell’encefalo è rimasta, altrimenti non vivrebbe.
    ciccino, stammi a sentire, se non hai capito che differenza c’è tra una bistecca e animale vivo, vai dallo psicologo . E poi, lascati dare un consiglio fatti una bella scopata, perchè parli da isterico impotente, cosi diventerai più umano, più educato, e non provocherai la gente che ha ragione perchè non hai sfoghi , dammi retta., lo doco per te.
    ti senti colto xchè hai inserito nelle tue boiate qualche parola in lingua straniera, pedante e fuori luogo, ma non sufficiente a mascherare la tua crassa ignoranza. Sei sadico, non hai rispetto per la sofferenza delle bestie, x freud sei il tipico frustrato che è capace solo di fare il forte dietro un PC, sei 1 debole, mi fai tanta pena, dovrei darti ragione solo per questo.
    sapere che aragoste e astici vengono bolliti vivi non significa approvarlo
    fidati , cerca altrove di fare il forte, il colto, iscriviti alla seconda elementare, e scopa, ti farà bene vedrai, diventrerai finalmente un uomo, rispettoso dei più deboli, e che non parla a vanvera, tanto è celato dietro a uno schermo. te lo doco con affetto, e scegli una donna che ci sappia fare, è meglio.

    • alfatau47 ha detto:

      Ciccina cara, sono rimasto basito dalla tua aggressività nei miei confronti. Presumo che tu abbia più pietà per le bestie che non per gli animali, io come uomo appartengo alla seconda tipologia. Forse sei tu che avresti bisogno di farti una bella scopata con un uomo, chissà, magari ti rilasseresti ! Sai penso che la tua aggressività verbale nasconda una frustrazione di fondo, infatti hai dovuto rimuginarci sopra dei mesi prima di……scatenarti. Comunque devi essere un bel tipino tosto, non mi dispiacerebbe conoscerti. La parte basale dell’encefalo mi ha ricordato che anche i ghigliottinati, a detta dei pirla che assistevano alle esecuzioni, muovevano gli occhi. Ti consiglio di studiare medicina legale, tanatologia soprattutto. Pubblica una tua foto su fb. così avrò modo di vederti ! Non studierò lombrosianamente i tuoi caratteri somatici, m’è bastato leggere le tue sciocchezze!!! Mi piaci ciccina, hai le palle e, di questi tempi, con i bastardi che ci sono in giro, saprai difenderti. Ti voglio bene, ciccina, che rapporto avevi con tuo padre, parlavate, andavate d’accordo, ti capiva ? Ti mando un bacione, Alberto la Bestia umana! E non me lo docare con affetto, preferisco lo scontro leale tra persone colte e intelligenti alle galline !!!.

    • alfatau47al ha detto:

      Selene ah come è bello stare qua Selene ah etc. etc. dai che nonostante tutta la tua stronzaggine ti voglio bene lo stesso !!! Mi piace di te che sei una dura, una tosta e fai bene, con tutto il fittumaio di uomini di merda che abusano di Voi, credimi, che l’uomo fosse una bestia lo sapevo, ma che facesse valere la sua brutalità e le sue miserie umane sfogando la sua impotenza con donne innocenti ! Mi fanno schifo e non esiterei a castrarli ! Ti voglio bene Ciccina.

      Alberto Tarussio.

  6. alfatau47 ha detto:

    [commento rimosso]

    • bizzarrobazar ha detto:

      Ho rimosso questo commento perché Bizzarro Bazar non è un forum, né una chat: esistono luoghi più adatti in cui potrete risolvere le vostre divergenze.
      Rimuoverò qualsiasi altro commento risulti essere volutamente offensivo, volgare o completamente OT.

  7. Fabrizio ha detto:

    Sono d’accordo con Selene, vergognoso usare e lucrare sugli animali, ma anche farne dei trofei macabri. Eppure allora nessuno si chiedeva quali sofferenze poteva avere quella povera bestia “mezza decapitata” e forzatamente tenuta in vita. Un altro atto che rende vergognosa la specie umana di fronte a quella animale.

  8. Ramad Lupo Nomade ha detto:

    Sono Animalista e Vegetariano – ma sto bene attento a non cadere nel gioco perverso della “confusione di piani” – il mio stile di vita è ANCHE rispecchiato da ciò chemangio e non mangio, ma non mi sognerò mai di pensare che altri la dovrebbero pensare come me – buttarsi con veemenza in discussioni del genere, dove ognu7no difende il proprio modo di vedere, è estremamente improduttivo – siamo su questo blog per ondividere la passione per ciò che, in qualche modo va “oltre” gli schemi precotti e precostituiti – e mi duole dire che spesso sono proprio i Vegerainai, (per non parlare dei Vegans) che si buttano a pesce in attacchi frontali del genere – Vivi e Lascia Vivere, perchè alla fine, la falce arriva per tutti – amen

    • bizzarrobazar ha detto:

      Capita spesso che gli articoli di Bizzarro Bazar vengano “rimbalzati” su siti che nulla hanno a che vedere con il bizzarro. Immagino dunque sia naturale leggere delle reazioni più animate di quanto ci si aspetterebbe, su un blog che dichiara fin da subito il suo ambito di indagine. 🙂

  9. WeirdCandy ha detto:

    Ricordo Mike! Ho studiato Scienze Animali e Zootecnia, uno dei nostri docenti di anatomia e avioculture ci parlò a lungo di lui, spiegandoci che – come attestato anche dall’Università dello Utah – il colpo aveva tolto la parte superiore della testa ma lasciato intatti giugulare e parte basale del cervello, e questo aveva permesso a Mike di continuare a mantenere l’omeostasi. Indubbiamente un ottimo modo per calamitare la mia attenzione e farmi amare la sua materia 😀

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.